Anticorruzione

Attività formativa

La sensibilizzazione delle risorse è il primo tassello per costruire un efficace sistema anticorruzione

Richiedi Informazioni

    1. Home
    2. /
    3. Anticorruzione
    4. /
    5. Attività formativa

    Il Responsabile della Prevenzione della Corruzione, ai sensi dell’art. 1, co. 8, della Legge c.d. AntiCorruzione (L. n. 190/2012), entro il 31 gennaio di ogni anno, deve definire “procedure appropriate per selezionare e formare i dipendenti destinati ad operare in settori particolarmente esposti alla corruzione”.

    Il successivo comma 10 statuisce, inoltre, che lo stesso Responsabile della Prevenzione della Corruzione provveda anche “ad individuare il personale da inserire nei programmi di formazione di cui al comma 11” ovvero sui temi dell’etica e della legalità ed, infine, il comma 44 prescrive che “le pubbliche amministrazioni verificano annualmente lo stato di applicazione dei codici e organizzano attività di formazione del personale per la conoscenza e la corretta applicazione degli stessi”.

    La formazione, come ricordato dal Piano nazionale AntiCorruzione, deve essere strutturata su due livelli:

    Il primo, di ordine generale, rivolto a tutti i dipendenti e;
    Il secondo livello maggiormente specifico e destinato al responsabile della prevenzione, ai referenti, ai componenti degli organismi di controllo, ai dirigenti e ai funzionari addetti alle aree a rischio ed avente ad oggetto le politiche, i programmi e i vari strumenti utilizzati per la prevenzione e tematiche settoriali in relazione al ruolo svolto da ciascun soggetto nell’amministrazione.

    Professionalità & Trasparenza


    Sinora i nostri Clienti ci hanno sempre rinnovato la loro fiducia e di questo andiamo fieri.